Sei interessato a uno dei nostri servizi?

1 Clicca nella sezione contatti
2 Compila il form
3 Ti ricontattiamo

Se hai bisogno urgente del nostro intervento puoi contattarci al numero 370 14 89 430

4People™

I nostri orari
Lun-Ven 9:00AM - 18:PM

L’importanza della brand awareness nelle grandi società

by Simone / 06-02-2020
Post Image

Molte società basano la propria strategia sull’attività di lead generation per consolidare il rapporto con i propri clienti. In realtà, la chiave per il successo duraturo si è dimostrata, in molti casi, l’attenzione posta al valore percepito del brand e la capacità, tramite attività di marketing specifica, di far ricordare ai propri clienti il valore del marchio fino a trasformarli in ambassadors.

Non è solamente una questione di identificazione del marchio e della sua collocazione all’interno del mercato di vendita, è un qualcosa che ha a che fare con il cosiddetto “look and feel”, ovvero ciò che il potenziale cliente si porta dentro, che crea fiducia e fa percepire quei prodotti come qualcosa di prezioso, con caratteristiche in più.

“Avere un prodotto di quell’azienda mi farà sentire appagato e aumenterà la mia soddisfazione.”

Un keynote di Steve Jobs chiarisce l’importanza della Brand Awareness nelle grandi aziende:

Traduzione:

Per me, il marketing riguarda i valori. Questo è un mondo molto complicato, è un mondo molto rumoroso e non avremo la possibilità di convincere la gente a ricordare molto di noi, nessuna società può farlo, perciò dobbiamo essere molto chiari su ciò che vogliamo che sappiano di noi. Ora Apple, fortunatamente, è una della mezza dozzina di migliori marche in tutto il mondo, proprio lassù con Nike, Disney, Coca Cola, Sony…; è una delle grandi tra i grandi: non solo in questo paese, ma in tutto il mondo. Ma anche un grande marchio ha bisogno di investimenti e cure se vuole mantenere la sua rilevanza e vitalità, e il marchio Apple ha chiaramente sofferto di abbandono in questo settore negli ultimi anni e dobbiamo tornare indietro.

Il modo di farlo non è quello di parlare di velocità e prezzi, non è quello di parlare di bit e megahertz, non è quello di dire perché siamo migliori di Windows. L’industria casearia ha cercato per 20 anni di convincerti che il latte ti faceva bene; è una bugia ,ma ci hanno provato comunque!

Le vendite stavano diminuendo, poi hanno provato il “prendi il latte” e le vendite sono aumentate. “Prendi il latte” era uno spot che non parlava neanche del prodotto. Infatti, si concentra sull’assenza del prodotto, ma il miglior esempio di tutti e uno dei migliori lavori del marketing che l’universo abbia mai visto è Nike. Ricordate che Nike vende un prodotto, vende delle scarpe! Eppure quando pensi a Nike, senti qualcosa di diverso rispetto a un’azienda di calzature. Nei loro annunci, come sapete, non parlano mai del prodotto, non ti parlano mai delle loro suole d’aria e del perché sono migliori di quelle della Reebok. Cosa fa Nike nella loro pubblicità?

Onorano i grandi atleti e la grande atletica. Ecco chi sono, ecco di cosa si tratta.

Apple spende una fortuna in pubblicità. Non ne avete idea… Quindi… quando sono arrivato qui, Apple aveva già licenziato la propria agenzia e c’era una competizione tra 23 agenzie che, come sapete, viene cambiata ogni 4 anni. Alla fine abbiamo assunto Chiat\day (è un’agenzia di advertising americana [n.d.r.]), l’agenzia con cui ho avuto la fortuna di lavorare anni fa e creato insieme alcuni lavori premiati, incluso lo spot pubblicitario votato come il migliore spot mai realizzato nel 1984 da pubblicitari professionisti.

Abbiamo iniziato a lavorare 8 settimane fa e la nostra domanda era: “I nostri clienti vogliono sapere chi è Apple e cosa rappresentiamo. Dove ci inseriamo in questo mondo?”

Ciò di cui stiamo parlando non è creare scatole per consentire alle persone di svolgere bene il proprio lavoro. Anche se lo facciamo bene, e lo facciamo meglio di quasi chiunque altro in alcuni casi, Apple è qualcosa di più! Apple, nel profondo, il suo valore fondamentale, è che crediamo che le persone con passione possano cambiare il mondo in meglio, questo è ciò in cui crediamo! Noi abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con persone come queste, abbiamo avuto l’opportunità di lavorare con persone come voi, con sviluppatori software, con clienti, che l’hanno fatto, in grande o in piccolo, l’hanno fatto. E crediamo a questo, nel mondo, che le persone possono contribuire a cambiarlo in meglio, e che quelle folli abbastanza da credere di cambiarlo, alla fine sono quelle che lo fanno davvero!

Perciò, quello che andremo a fare nella nostra prima campagna brand in diversi anni è tornare indietro a quel valore fondamentale. Sono cambiate tante cose, il mercato è un posto totalmente diverso rispetto a ciò che era una decade fa; Apple è totalmente diversa e il posto di Apple in esso è totalmente diverso; e credetemi, i prodotti, le strategie di distribuzione, la manifattura sono totalmente diverse. E noi lo comprendiamo, ma i valori fondamentali, questi non devono cambiare! Le cose in cui Apple ha creduto all’inizio, sono le stesse cose che rappresentano Apple oggi.

Perciò, volevamo cercare un modo di comunicare questo…  perciò quello che abbiamo ottenuto è qualcosa che mi commuove parecchio: onora quelle persone che hanno cambiato il mondo, alcune delle quali ancora in vita, altre no, ma quelle che non lo sono, sapete… Se avessero mai avuto un computer, sarebbe stato un Mac! [folla ride].

Il tema della campagna è: “Think different!”, che onora le persone che ragionano diversamente e muovono questo mondo in avanti. Questo è ciò che siamo e che tocca l’anima di questa azienda quindi, proseguendo, spero vi sentiate a riguardo come mi sento io.

SPOT: “Ai pazzi, i disadattati, i ribelli, i piantagrane, le spine rotonde nei fori quadrati, a quelli che vedono le cose in modo diverso, non amano le regole e non hanno rispetto per lo status quo. Puoi citarli, non essere d’accordo con loro, glorificarli o denigrarli, ma l’unica cosa che non puoi fare è ignorarli! Perché hanno cambiato le cose! Hanno spinto avanti l’umanità… E mentre alcuni potrebbero vederli come dei pazzi, noi vediamo dei geni perché le persone che sono abbastanza pazze da credere di poter cambiare il mondo, sono quelli che lo fanno! Think different”.

Full Stack Web Developer and Audio Engineer. Ha collaborato a diversi progetti con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN-LNF) e un progetto sulle reti neurali in compartecipazione con: Università di Roma Tor Vergata, Centro di Tecnologia Biomedica di Madrid, Università Complutense e Politecnico di Madrid.

ACCEDI AL TUO ACCOUNT

CREA ACCOUNT

HAI DIMENTICATO I TUOI DATI?

CONTATTACI

Ti risponderemo entro 24 ore

TORNA SU