Sei interessato a uno dei nostri servizi?

1 Clicca nella sezione contatti
2 Compila il form
3 Ti ricontattiamo

Se hai bisogno urgente del nostro intervento puoi contattarci al numero 370 14 89 430

4People™

I nostri orari
Lun-Ven 9:00AM - 18:PM

Nuovo Mac Pro – Fino a € 64.667,98?

by Simone / 05-02-2020
Post Image

Come può essere giustificato il prezzo di un computer che costa come un appartamento di 50mq in un paesino della periferia del viterbese? È una domanda che in molti si saranno posti.

Un tecnofilo, d’altro canto, potrebbe, chiedersi come è giustificabile che un calciatore come Messi possa guadagnare 130 milioni di euro l’anno di cui 87 milioni dal Barcellona, 5,1 milioni di premi e 38 milioni di euro dai vari sponsor. 130 milioni di euro in un anno, ponendo di lavorare 8 ore al giorno per tutti e 365 giorni all’anno comporterebbe un guadagno di 356.000 euro al giorno, 44500 euro l’ora, 741 euro al minuto.

Va considerato, quindi, che Messi guadagna in due minuti lo stipendio medio di un operaio. Se questo non desta nessun tipo di rumor tra la folle, perché dovrebbe destarlo un agglomerato di tecnologia frutto di anni di ricerca in ingegneria elettronica, informatica, fisica e matematica?

In entrambi i casi, la ragione è semplice: generano utile.

Se Messi, con la sua attività, genera per la società sportiva e gli sponsor un ritorno di molto superiore a ciò che costa annualmente, perché non dovrebbe essere concepibile spendere 64 mila euro per un computer, specie se ci permette di risparmiare molto tempo in lavorazioni complesse?

Eh sì, perché è prassi comune concentrarsi sul denaro, ma non sul tempo. Eppure la vecchia frase che dice “il tempo è denaro” qualche fondamento dovrà pur averlo.

Quanto potrebbe risparmiare una società se si ottimizzassero e automatizzassero i processi?
In un ufficio che deve preparare fatture manualmente, quanto si risparmierebbe in termini di risorse se si automatizzassero i processi? Ecco che, in casi come questo, il tempo diviene un elemento chiave della crescita aziendale; pertanto, se un computer consente di far risparmiare molto tempo, forse è il caso di contestualizzarne l’investimento in un’ottica più ampia…

Poniamo il caso di una società di produzione di audiovisivi in cui si debbano realizzare 10 spot al giorno: i vari editor riescono malapena a ultimarne uno per via dei lunghi tempi di renderizzazione della preview dei montaggi (escludiamo quindi il discorso render farm, per il momento). Il tempo di realizzazione è dovuto, in questo contesto, principalmente alla velocità della macchina. Tempi di render per elementi 3D, tempi di render per animazioni in AE, tempi di render per il montaggio finale.

In questo scenario, l’opera umana è una minima parte di ciò che avviene poiché, buona parte del tempo, l’operatore la passerà ad attendere che un processo informatico venga ultimato prima di procedere al successivo.
Con una macchina in grado di velocizzare di 5 volte le tempistiche di rendering si possono diminuire notevolmente i tempi di lavorazione e servire più clienti contemporaneamente. Nel tempo, questo si tradurrebbe in un maggior guadagno; pertanto, se l’ammortamento per una spesa di 60000 euro per un computer fosse anche un anno, ci penserei molto seriamente.

Ma andiamo a vedere le caratteristiche di questo concentrato di potenza dal costo di un appartamento:

  • Processore Intel Xeon W 28-core a 2,5GHz (Turbo Boost fino a 4,4 GHz)
  • 1,5TB (12x128GB) di memoria RAM ECC DDR4
  • Due Radeon Pro Vega II Duo con 2x32GB di memoria HBM2 ciascuna
  • Unità SSD da 8TB
  • Scheda Apple Afterburner (è un acceleratore degli slot PCIe)
  • Telaio in acciaio inossidabile con ruote
  • Magic Mouse 2 + Magic Trackpad 2
  • Software preinstallati: Final Cut Pro X e Logic Pro X

 

Sicuramente abbiamo di fronte una macchina per l’uso condiviso di più professionisti. Caratteristiche tecniche da super mostro come, del resto, il prezzo!

Full Stack Web Developer and Audio Engineer. Ha collaborato a diversi progetti con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN-LNF) e un progetto sulle reti neurali in compartecipazione con: Università di Roma Tor Vergata, Centro di Tecnologia Biomedica di Madrid, Università Complutense e Politecnico di Madrid.

ACCEDI AL TUO ACCOUNT

CREA ACCOUNT

HAI DIMENTICATO I TUOI DATI?

CONTATTACI

Ti risponderemo entro 24 ore

TORNA SU